fbpx

COMITATO #NOESONERO: “IL TAR DEL LAZIO HA FISSATO L’UDIENZA PER LA DECISIONE SUL RICORSO DEPOSITATO CONTRO IL D.I. 182/2020”

Le associazioni ricorrenti esprimono soddisfazione e restano aperte al dialogo 

con le Istituzioni al fine di garantire il diritto allo studio 

e l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità 

 

Il D.I. 182/2020 ha introdotto, insieme al modello di PEI, una serie di misure in netta controtendenza con il processo inclusivo presente in Italia da oltre quarant’anni.

 

Per questo, le associazioni riunite nel Comitato #NoEsonero hanno promosso un flash mob virtuale e una raccolta di firme, che ha superato quota 50mila, portando in luce i principali punti critici ritenuti lesivi del diritto all’istruzione degli alunni e delle alunne con disabilità: l’esonero da alcune discipline di studio, con conseguente allontanamento dell’alunno con disabilità dal gruppo classe e dai suoi docenti; la riduzione dell’orario di frequenza; l’introduzione di tabelle standardizzate per la definizione delle ore di sostegno, che risulteranno sicuramente ridotte; la composizione del GLO, costituito dai soli docenti della classe presieduti dal Dirigente scolastico; il ruolo della famiglia risulterà marginale nel processo decisionale a favore del figlio in quanto, con le nuove norme, la famiglia non sarà più componente effettivo del GLO.

 

Per questo nel marzo scorso nove Associazioni aderenti al Comitato #NoEsonero, hanno deciso di impugnare davanti al Tar del Lazio il Decreto Interministeriale n. 182 del 29 dicembre 2020, con richiesta di annullamento dello stesso, previa emissione di misure cautelari.

 

Il TAR del Lazio, ritenendo fondate le istanze presentate, ha tempestivamente fissato per il prossimo mese di luglio l’udienza per la “trattazione nel merito della controversia” e per la decisione. Le Associazioni ricorrenti si ritengono soddisfatte di questa prima decisione assunta dal TAR del Lazio.

 

Le Associazioni ricorrenti, nel ribadire la loro disponibilità a un dialogo aperto e costruttivo con il Ministero dell’Istruzione, auspicano il sostegno delle diverse parti sociali nel presidiare l’inclusione scolastica, affinché sia effettivamente garantito il diritto all’istruzione degli alunni e delle alunne con disabilità.

 

Le associazioni ricorrenti:

A.S.S.I. Gulliver Associazione Sindrome di Sotos Italia aps, Autismo Abruzzo Onlus, Associazione Persone Sindrome di Williams (APW), Associazione Prader Willi Lombardia, Coordinamento Italiano Insegnanti di Sostegno, CoorDown, Fondazione Cepim, PianetaDown ONLUS, Spazio Blu Autismo Varese APS.

 

Scarica il Comunicato in PDF

Lascia un commento