La sindrome di Down è una condizione genetica, non ereditaria, caratterizzata dalla presenza nelle cellule di chi ne è portatore di 47 cromosomi anziché 46. Nella 21ma coppia c’è infatti un cromosoma in più ed è per questo che è anche chiamata Trisomia 21. La sindrome di Down è oggi la più frequente causa di disabilità intellettiva: in Italia circa 1 bambino su 1.000 nasce con questa condizione. Oggi sono 38 mila le persone stimate nel nostro Paese, di cui 23 mila già adulte. Se messe nelle migliori condizioni la maggior parte di queste persone può raggiungere un buon livello di autonomia personale e dare un contributo attivo alla società.